Premi di produttività: capolista in Nord Italia con il settore servizi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato il Report sulla detassazione dei premi produttività depositati entro il 16 dicembre 2019.

Sono quasi 52.000 i contratti depositati e ritenuti conformi al decreto interministeriale 25 marzo 2016, che prevede la detassazione dei premi di produttività.

Oltre la metà dei contratti depositati provengono dal settore dei servizi (58%), seguito dal settore industria (41%) e da quello agricolo (1%).

Prendendo in considerazione la distribuzione geografica delle aziende che hanno depositato le 52.588 dichiarazioni, risulta che solo 18.000 (circa il 34%) si riferiscono a contratti tuttora attivi:   il 77% sono contratti aziendali, mentre 23% sono contratti territoriali.

Territorialmente sono distribuiti così:

  • 78% al Nord
  • 16% al Centro
  • 6% al Sud

Analizzando la dimensione aziendale si rileva che:

  • il 52% ha un numero di dipendenti inferiore a 50,
  • il 33% ha un numero di dipendenti maggiore uguale di 100,
  • e il 15% ha un numero di dipendenti compreso fra 50 e 99.

Alla data del 16 dicembre 2019 sono state compilate 4.036 dichiarazioni di conformità (moduli) di cui 2.493 corrispondenti a depositi validi anche ai fini della detassazione e 1.543 corrispondenti a depositi validi solo ai fini della decontribuzione.  2.443 dichiarazioni si riferiscono a contratti tuttora “attivi”, di cui 1.414 corrispondenti a depositi validi anche ai fini della detassazione e 1.029 corrispondenti a depositi validi solo ai fini della decontribuzione.

Confrontando i dati 2019 con il triennio precedente si registra un aumento del numero di aziende che hanno depositato la dichiarazione di conformità e che hanno ancora contratti attivi rispetto al 2017; il 34% delle aziende che hanno depositato il contratto lo confermano ancora attivo, confermando il diritto alla detassazione fiscale. Queste realtà sono piccole-medie Imprese del Nord Italia principalmente occupate nel settore servizi. A quanto pare il trend è in aumento, ma la performance potrebbe migliorare in quanto i margini di crescita sono ancora molto ampi.

La detassazione dei premi di risultato assicura un rilevante risparmio per le aziende e la scelta di valutare una consulenza mirata verso questo tema si traduce nel tempo stesso in una strategia vincente per accrescere migliorare le performance del capitale umano.

può fare la differenza per la Tua AZIENDA.

 

 

 

 

©2019 Vicenza Welfare srl –Cookies Policy / Privacy Policy
P.IVA 04018870248 – Cap. Soc. € 10.000 – n° Rea VI372490
Pec: vicenzawelfare@legalmail.it

No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.